I nostri ultimi inediti

Inventare il presente

La catastrofe, la morte e l’attesa ai tempi del coronavirus

«In questo tempo singolare, vorrei condividere alcune riflessioni, alcune suggestioni sollevate dalla situazione attuale, scandendole secondo tre parole che risuonano in me con particolare intensità. Spero che possa essere un’occasione per disseminare curiosità, spunti di lettura con cui continuare a intessere quel dialogo che coltiva e custodisce la nostra comune umanità».
- Matteo Bergamaschi

Scaricalo grauitamente cliccando qui sotto

Beggar's Opera

Maestro mio, quel che dici è vangelo, ma come noi potremoin tanto mar sfangarcis’il qui presente ludro, traverso sul cammino, impédie d’inoltrarci?

- Bruno Sacchini
Il verso è fatto scivolare nel prosaico o viceversa questo è elevato alla poesia. L'Adriatico riminese si fa Averno per raccogliere quanto di più sciocco è passato negli ultimi anni e quanto di nefasto può capitare in una vita. Il biglietto costa solo tre soldi, e considerato il viaggio ne varrebbe molti di più. Il nocchiere Sacchini ci proibisce di svelare la meta.
Beggar's Opera

Il Fiume di Fuoco

Come fanno ad incontrarsi i sogni irrealizzabili di un ragazzino ed il dolore disperante di chi non trova riposo nemmeno nella morte? Lungo il corso del Fiume di Fuoco creature strane intrecciano gli sguardi: uomini e draghi, angeli e fate, vivi e defunti. Lungo i confini tra regni remoti di un'unica creazione un uomo cade morto in un'acqua che brucia, senza aspettarsi di uscirne vivo.
"Questo Racconto, Il Fiume di Fuoco, ha la rarissima qualità di illuminare le corrispondenze tra vari livelli e aspetti del reale, riuscendo a ritrarre e comporre tra loro, per esempio, la psiche contorta degli uomini, la buffa saggezza delle creature fatate, la sublime purezza degli esseri sovrannaturali. In ciò, è il Racconto perfetto per voltare le spalle in piena consapevolezza a Questo Mondo, evadere altrove con un sano godimento – e trarne tesoro" dalla prefazione. TRAMA: Vittima di omicidio e poi di una maledizione, Ishramit, da bambino che era, si trova imprigionato in un corpo adulto e mostruoso, con il potere incontrollabile di dar fuoco agli altri con il semplice tocco. Franz è un orfano che si trova costretto a rubare per vivere, eppure spera segretamente di potersi riscattare da un destino fatto di delitti e malvagità. Ha sempre sognato di diventare un cavaliere, ma gli è difficile credere che sia possibile. Si incontrano con il favore di uno strano uomo bendato che li convince ad intraprendere un lungo viaggio; la sua promessa sembra quasi un ordine: Ishramit sarà libero se riuscirà a fare di Franz, da quel momento suo scudiero, un vero cavaliere. Nel percorso faranno incontri meravigliosi e spaventosi, saranno messi alla prova con il fuoco e con il gelo, combatteranno se stessi e scopriranno chi sono davvero. ...Nel frattempo, qualcuno si sveglia e si accorge di essere immerso in un liquido rosso che lo brucia fin nel midollo. Fuoco... o sangue? Una forza misteriosa lo conduce in superficie e lo spinge a risalire la corrente, mentre la strana sostanza sembra consumarlo e nutrirlo al tempo stesso.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle nostre ultime pubblicazioni

Le nostre rubriche

Top