Oh, allora, vi consiglio di andare a sentire questi ragazzi...

Luglio 25, 2017
Schegge Riunite

tratto da UomoVivo.blogspot.it

Questi tre giovanotti, Edoardo Dantonia, Samuele Baracani e Francesco Tosi, hanno frequentato assiduamente Chesterton, e - come vedete - si vedranno sicuramente tra di loro quel giorno in quel posto (dopo questo mio breve articolo non vorrei che mancasse anche qualcuno di loro tre all'appuntamento!), presenteranno il libro di Edoardo (che come aggravante specifica presenta anche la mia prefazione) Rivolta alla locanda (acquistando da www.pumpstreet.it) e, hanno specificato Le Schegge Riunite (così si definiscono, oltre che "i tre simpatici blogger", bellissimo! Il tripudio dell'innocenza, dell'antiintellettualismo, della controspocchia! Poi non "schegge impazzite": trito, abusato, fintoanarchico, ma le schegge riunite, ordine e disciplina!), "altri lavori": la cosa mi ha molto, molto stimolato la mente.
 
Difatti ho dato come consiglio ai tre giovani, da navigato e naufragato conferenziere, di portare da casa altri lavori, cioè roba fatta a casa: ho pensato che avrebbero portato lavori a maglia o all'uncinetto fatti in casa da loro,case giocattolo costruite da essi stessi, barchette di balsadraghi disegnati, dipinti e ritagliati da loro, uomini dalla chiave d'oro, oppure un'insalata da tagliuzzare per la cena, due crostini da spalmare in diretta
 
Non è per fare delle cose originali, ma per fare delle cose totalmente inutili. Il criterio dell'utilità è alla base dell'utilitarismo ed esso è alla base della rovina del nostro mondo. Leggete Newman e chiedetegli cosa ne pensi. Mi darà ragione (o forse sono io che gliel'ho data, come se ne avesse bisogno?). Dice Chesterton che è il saggio che fa le cose inutili, il matto è quello che deve fare solo cose utili e piene di senso (parafraso, per piacere non rivendete la frase così, non sono la Bocca della Verità. LeggeteOrtodossia, piuttosto!). 
 
E poi Gilbert dice quello che trovate in questo mio meraviglioso e vetusto post che ogni tanto ricaccio:
 
 
Per cui andate, anche perché Edoardo è così generoso che donerà il frutto del suo lavoro alla Scuola Chesterton, dove queste virtù si coltivano quotidianamente alacremente felicemente!
 
Marco Sermarini

Oh, allora, vi consiglio di andare a sentire questi ragazzi... 1

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato su articoli e pubblicazioni

Gennaio 22, 2021
Davvero vogliamo essere rappresentati dalla poesia di Amanda Gorman?

Si trova praticamente ovunque, buttata sotto gli occhi di tutti, questa ragazzina che ha recitato una sua poesia alla cerimonia di insediamento di Joe Biden. Ora, al di fuori di tutte le ragioni per cui è interessante l'evento, al di fuori del personaggio della Gorman, è sempre cosa molto utile in questi casi vedere che […]

Dicembre 17, 2020
La caccia dell'Aquila Solitaria

Liquidare un libro mal scritto con due parole di biasimo o di elogio falso è facile come bere un bicchier d'acqua e mandar così giù i rimorsi della coscienza, se ancora se ne possiede una. Diversi recensori, a dire il vero, la tengono pulitissima e ben stirata sotto una teca di vetro, senza usarla mai […]

Novembre 24, 2020
La schiavitù nella letteratura 2: Sosia, lo schiavo della commedia

La parola sosia per quanto possa suonare aulica ha una storia molto meno nobile di quanto non si pensi. Se si scorre la commedia classica non si potrà fare a meno di imbattersi costantemente in questo nome, senza però vederlo affibbiare a protagonisti ed eroi; Sosia è il tipico nome da schiavo. I grandi commediografi […]

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle nostre ultime pubblicazioni

Le nostre rubriche

Top