Pubblicazioni

Agosto 22, 2019
Annuncio: una piccola MATTA novità

Fare divulgazione non è fra le cose più semplici esistenti e diventa particolarmente complicato quando si parla di materie umanistiche. Spesso attenersi ai criteri di onestà, semplicità e imparzialità non è sufficiente, per quanto resti sempre necessario come nella Scienza. L'umanesimo è ormai stato talmente sottomesso alla mentalità tecnocratica che occorre in qualche modo reintrodurlo […]

Leggi
Novembre 23, 2018
Del bene e del male, dialogo II: Baldr e Loki

Loki: Che hai da sorridere, rinchiuso nelle profondità della Terra, fra le radici di Yggdrasil? La sventura ti ha reso folle? Devo ancora abbatterti, ridurti ad una condizione peggiore di questa, se pure ne esiste una? Baldr: Non ne esiste una peggiore, secondo te? L: Allora dove devo portarti? B: Non è in tuo potere. […]

Leggi
Novembre 22, 2018
Del bene e del male, dialogo I: Ormazd e Ariman

Ormazd: Sono molti anni che lottiamo senza tregua ed il mondo non è poi tanto cambiato; vecchio nemico, ora deponi un attimo le armi e parliamo. Il mondo non scappa e potremo riprendere con molta tranquillità la nostra lotta fra qualche minuto, tanto sappiamo che la sua conclusione è ancora lontana. Ariman: Per una volta […]

Leggi
Ottobre 22, 2018
Magia, una commedia fantastica - recensione

L'uomo moderno è razionale. Non si può di certo far abbindolare da quei trucchetti che hanno ingannato i suoi simili nel passato; non si farà sottomettere da nessuno in nome di un qualche cosa di soprannaturale che non può comprendere. Basta però questo ad escludere realmente il soprannaturale dalla nostra vita? E chi è più […]

Leggi
Giugno 18, 2018
Nino Oxilia - Canti Brevi

Nino Oxilia: battezzato Angelo nel 1889 a Torino, dopo la morte in guerra nel 1917 cade su di lui un velo di polvere che nasconde il fulgore delle sue opere: prime fra tutte quelle cinematografiche, realizzate da lui in veste di regista o sceneggiatore sono dimenticate con lo sparire del muto, e solo negli ultimi anni sono state riscoperte da critica e pubblico. Ancora celata ai molti è la sua attività letteraria nel teatro e nella poesia. In quest'ultima, oltre alla raccolta qui presentata, è da segnalare la raccolta postuma del 1918, Gli Orti.
Poeta, drammaturgo, regista, un uomo del Novecento che come tale è attraversato dai temi e le tendenze che influenzano quella stagione di inizio secolo, come il crepuscolarismo e la decadenza della Belle Èpoque,
i primi lampi di futurismo e l'angoscia esistenziale.

Leggi
Febbraio 23, 2018
Il Diluvio, Henryk Sienkiewicz

Alle volte dei grandi libri vengono dimenticati. Sia chiaro, alcuni dei libri che vengono definiti grandi se lo meritano, per complessità ed elitarismo esplicito. Eppure alcuni di questi libri vengono dimenticati nonostante fossero piacevoli oltre che potenti e profondi. È il caso dello scrittore polacco Henryk Sienkiewicz la cui unica opera conosciuta è Quo Vadis, […]

Leggi

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle nostre ultime pubblicazioni

Le nostre rubriche

Top