https://www.memrise.com/home/

Memrise è un sito utile per chi vuole appropriarsi di qualunque lingua. Tuttavia la maggior parte dei suoi corsi sono fatti da non professionisti e quindi rischiano di essere poco efficaci. Particolarmente utile per il latino perché contiene un lessico base molto ben fatto.

https://www.duolingo.com/

Si tratta di una piattaforma simile a memrise, i cui corsi però sono molto più curati. Purtroppo contiene pochissimi corsi in italiano.

http://www.perseus.tufts.edu/hopper/collection?collection=Perseus:collection:Greco-Roman

Database principalmente di testi latini e greci, include oltretutto dizionari che analizzano forme flesse. Purtroppo il database non è ricercabile e dunque bisogna affidarsi al catalogo degli autori; inoltre per accedere al dizionario, occorre aprire un opera e cliccare su di una parola per aprirlo (da lì in poi però sarà possibile effettuare la ricerca). Di fondo si tratta di un sito molto utile se si deve analizzare una delle opere contenute nel database e soprattutto se si conosce la lingua inglese.

http://www.bosworthtoller.com/

Dizionario online di Old English. Completo anche se non sempre semplicissimo da consultare.

http://latin.packhum.org/search

Database di testi letterari latini, molto ampio sia come varietà di testi che come periodo preso in esame e soprattutto ricercabile. Molto utile se si vuole scoprire la frequenza e i contesti di utilizzo di una parola.

http://www.dizionario-latino.com/

Dizionario di latino che permette di fare ricerca anche sulle forme flesse. Oltretutto è in italiano.

Samuele Baracani: nato nel 1991, biellese, ma non abbastanza, pendolare cronico, cresciuto nelle peggiori scuole che mi hanno avviato alla letteratura e, di lì, allo scrivere, che è uno dei miei modi preferiti per perdere tempo e farlo perdere a chi mi legge. Mi diletto nella prosa e nella poesia sull'esempio degli autori che più amo, da Tasso a David Foster Wallace. Su ispirazione chauceriana ho raccolto un paio di raccontini di bassa lega in un libro che ho intitolato Novelle Pendolari e, non contento, ho deciso di ripetere lo scempio con Fuga dai Faggi Silenziosi.